Delineavit - Guercino e il caso del Falsario

Delineavit - Guercino e il caso del Falsario

  • €30,00
    Prezzo unitario per 
Imposte incluse.


A cura di F. Pozzi, M. Pulini, G. Zavatta

Biennale del Disegno - Rimini

La pratica del disegno nell’attività artistica del Maestro centese è da considerare di fondamentale importanza per comprendere meglio il suo metodo di lavoro e fare chiarezza sulla paternità di diverse sue opere.

Il Guercino produsse una quantità enorme di disegni, certamente alcune migliaia, molti dei quali preparatori alle composizioni dipinte, altri destinati come guida per i suoi allievi, altri eseguiti per piacere personale come paesaggi, studi di genere, capricci e caricature.

Questa straordinaria raccolta, che si conservava ancora al completo nella casa del Guercino al momento della sua morte (1666) come narra il Malvasia, cominciò in seguito ad essere dispersa dai suoi nipoti Benedetto e Cesare Gennari. Tale dispersione subì una notevole accelerazione con uno degli ultimi eredi Carlo Gennari nella seconda metà del settecento.

Proprio in questo secolo soprattutto i disegni di paesaggio del Guercino, ma pure di figura, erano ricercatissimi e probabilmente la forte domanda stimolò un ignoto autore, dotato di una particolare abilità tecnica ed espressiva, ad imitare la maniera di disegnare del Guercino studiando i suoi disegni originali ma soprattutto le sue incisioni.

 

Catalogo d'arte
Collana: NFC Edizioni
Formato: 24x28 cm
Pagine: 148 a colori
Lingua: italiano
Prezzo: € 30,00