Il bello, il brutto e il Sublime. A cura di Valerio Dehò

  • €18,50
    Prezzo unitario per 
Imposte incluse. Spese di spedizione calcolate al momento del pagamento.

Ne sono rimasti solo 455 !

Il sogno di chi scrive rimane sempre quello di farsi capire. Questo libro nasce da questa esigenza e dalla certezza che si deve farlo, soprattutto quando si ha un ruolo nei processi educativi. Spiegare a dei ragazzi di vent’anni il bello, il brutto e il sublime ha dei risvolti teorici riguardo alle principali teorie e autori, ma anche sviluppa la consapevolezza che stiamo parlando di qualcosa che nel mondo attuale è assolutamente confuso, nascosto, spesso lasciato galleggiare nel qualunquismo delle conversazioni. Capita che si usino delle parole senza capirne il significato. L’etimologia andrebbe insegnata nelle scuole medie, se gli uomini hanno inventato il linguaggio lo hanno fatto per farsi capire e per dialogare. La genesi delle parole è anche quella di concetti che cambiano, si sviluppano per arrivare fino alla nostra attualità. Tutto è in divenire, ma l’origine deve rimanere chiara. Anche questa è una chiave per leggere la storia di quello che siamo. Vuol dire che si può parlare di filosofia senza spaventare nessuno, senza timore di non essere compresi o di perdersi nei tecnicismi o nelle definizioni che si definiscono a vicenda.

I concetti fondamentali illustrati nel libro non sono lontani dalla vita di tutti i giorni, però sono concetti che meritano attenzione, che hanno bisogno di un minimo sforzo anche da parte del lettore per appropriarsene. Non si tratta di un manuale, né di un libro per addetti ai lavori. L’Estetica rimane una disciplina essenziale per comprendere la realtà, la Natura e le cose attorno a noi. Può essere utile perfino per conoscere l’Arte o quella che continuiamo a chiamare così.

Valerio Dehò

DISPONIBILE DAL 15 DICEMBRE 2020

Collana: Appropriè
Formato: 16,5x21 cm
Pagine: 124
Lingua: italiano 
Prezzo: € 18,50
ISBN: 9788867262724


Ti consigliamo anche